Salute in cucina

I piatti più famosi del Cinema: la nostra Top 5!

I piatti più famosi del Cinema: la nostra Top 5!

Il sodalizio cibo-cinema inizia agli albori della storia del cinematografo!

I fratelli Auguste e Louis Lumière ne offrono un saggio nella pellicola “La colazione di un bimbo” del 1895. Charlie Chaplin si lancia in una buffa danza dei panini nel muto “La febbre dell'oro” del 1925, e la storia prosegue nelle sale del cinema e nelle serie tv di oggi.

Insomma la cucina è fra i protagonisti della "settima arte", italiana e internazionale, da Federico Fellini a Francis Ford Coppola, dagli spaghetti western ai film di animazione.

La lista dei piatti celebrati si allunga come il più ricco dei menù nuziali. Ecco la nostra top 5!

Courtesan au Chocolat!

Sono la specialità della pasticceria Mendl's di Zubrowka, cittadina immaginaria ispirata a Görlitz (Repubblica Ceca) dove Wes Anderson ambienta il suo “Grand Budapest Hotel” del 2014. L’autrice dei pasticcini al cioccolato ricoperti di glassa è Agatha, l’amata di Zero Moustafa (Tony Revolori e F. Murray Abraham), coprotagonista del film insieme a Monsieur Gustave H. (Ralph Fiennes).
Inutile dire che l’estetica è meravigliosa, compresa quella delle confezioni dal sapore decisamente hipster.
Le scene della pasticceria sono state girate nella latteria ottocentesca Pfunds Molkerei di Dresda.

Gazpacho!

È grazie a un gazpacho caldo che lo Chef di haute cuisine Shayn Weiss (Birol Ünel) finisce in un ristorante da incubo!
Siamo al “Soul Kitchen”, nella periferia di Amburgo e nell’omonimo film di Fatih Akın del 2009. Lo Chef rifiuterà di scaldare la specialità andalusa, una zuppa di verdure crude che va rigorosamente servita a freddo, così entrerà a far parte non di un semplice ristorante ma dell’intero mondo di Zinos Kazantsakis (Adam Bousdoukos) e suo fratello Illias Kazantsakis (Moritz Bleibtreu).
Per la preparazione potete affidarvi all’ironica versione di Almodòvar in “Donne sull'orlo di una crisi di nervi” oppure seguire la nostra ricetta!

Ratatouille!

Celebre pietanza di verdure provenzale, la Ratatouille è il comfort food che scioglierà il cuore all’arcigno critico gastronomico Anton Ego…
ma solo se a prepararla è il topolino Rémy, coadiuvato dall’amico Alfredo Linguini.
Siamo nel lungometraggio della PixarRatatouille” del 2007, diretto da Brad Bird e Jan Pinkava. Un film d’animazione dolce e avvincente che dimostra come ingredienti semplici - cipolle, melanzane, pomodori, zucchine - possano regalare grandi emozioni e rievocare ricordi lontani.

Crème brûlée!

Fra le passioni di Amélie Poulain (Audrey Tautou) c’è quella di spezzarne la crosta con il cucchiaino, prima di affondarlo nel cremoso dessert della tradizione francese. Latte, panna, uovo, zucchero e vaniglia.
Una ricetta semplice come è semplice l’eroina de’ “Il favoloso mondo di Amélie”, scritto e diretto da Jean-Pierre Jeunet nel 2001.
Amélie adora immergere le dita nei sacchi pieni di legumi, passa il tempo a far rimbalzare i sassi sul canale Saint-Martin o con il suo gatto Rodrigue, quando non lavora al "Café des 2 Moulins".
Il locale esiste davvero e si trova al 15 di rue Lepic a Montmartre, nel diciottesimo arrondissement di Parigi.

Amatriciana!

La pasta all’amatriciana - una delle favorite al mondo - si fa largo in numerosi film.
Fra i più divertenti, “Un tassinaro a New York” di Alberto Sordi nei panni del tassista romano Pietro Marchetti (1987).
Per assistere alla laurea del figlio, parte per New York accompagnato dalla moglie Teresa (Anna Longhi) che - fra gli “indispensabili” - ripone in valigia tutti gli ingredienti per preparare un’ottima amatriciana.  Fortunatamente anche il doganiere è un estimatore della ricetta! Noi ve la proponiamo in versione vegan!

Per conoscere altre storie di cibo e di cinema, leggete la nostra rubrica Pomologie!

X

We are social!

Pomì App

Ricette in rosso
per chi il pomodoro lo ama