×

Sano e sostenibile

ATTENTI ALLA DISIDRATAZIONE

L'idratazione è molto importante per il nostro organismo durante tutto il periodo dell'anno, non solo d'estate.

Attenti alla disidratazione

L'idratazione è molto importante per il nostro organismo durante tutto il periodo dell'anno, non solo d'estate.
Nonostante ciò molte persone non hanno l'abitudine di bere acqua se non quando hanno sete, e spesso non basta. Al giorno si dovrebbero assumere 1,5-2 litri di acqua sia bevendo, sia attraverso gli alimenti che ingeriamo.

I primi sintomi della disidratazione sono nervosismo, mal di testa, confusione mentale, stanchezza.
Sembra strano, ma molte persone non riconoscono i sintomi della sete oppure non ne avvertono lo stimolo. Dopo i 50 anni peraltro la sensazione delle sete diminuisce. Le temperature più torride presentano un serio pericolo per bambini e gli anziani (in particolare per i neonati e i più piccoli) sia per la mancanza di autonomia, sia perché hanno un organismo più delicato rispetto a quello di un adulto sano.

Alcuni comportamenti sono consigliabili nelle giornate più calde:

- Non sottoponetevi al sole diretto tra le 11 e le 17.

- Soggiornare in ambienti con temperature che non superino i 27-28 °C o dotare la stanza di condizionatore, ricordandosi di fare regolare manutenzione una volta all’anno per evitare la diffusione di batteri.

Bambini

I bambini spesso sembrano incuranti delle necessità di reidratarsi anche dopo aver giocato a lungo magari sotto il solleone, quando hanno un fabbisogno d’acqua fisiologicamente maggiore rispetto agli adulti derivante dalla sua particolare costituzione: circa il 75% del loro peso corporeo infatti, è dato dall’acqua.

- Non aspettiamo che il bambino chieda di bere ma anticipiamolo offrendogli dell’acqua costantemente, soprattutto durante e dopo il gioco e l’attività sportiva.

- Facciamolo bere di frequente, in piccole quantità e lentamente, facendo attenzione che l’acqua non sia troppo fredda.

- Usiamo essenzialmente acqua per dissetare il bambino. Limitiamo, invece, il più possibile altre bevande, eliminando quelle zuccherate.

Anziani

Per gli over 65, valgono le stesse attenzioni riservate ai bambini. Soprattutto gli anziani che soffrono di malattie cardiovascolari, ipertensione, patologie respiratorie croniche, insufficienza renale cronica, malattie neurologiche devono stare attenti e bere almeno 100/150 ml di acqua ogni ora.

Acqua di rubinetto. Preferibile a quella in bottiglia per questioni ecologiche, economiche e pratiche. Per far evaporare il cloro che contiene è sufficiente riempire una bottiglia e lasciarla aperta per un paio di ore o meglio ancora per una notte all'aperto o in frigo. Questa è una precauzione che torna utile anche per annaffiare le piante di casa, che sono molto più delicate di noi!

. Ottimo servito anche freddo, magari con l’aggiunta di limone che fornisce vitamina C, fette di pesca e qualche fogliolina di menta. La raccomandazione è di evitare il tè solubile e industriale, e di preferire quello in foglie per l'infusione. Le bustine in genere non contengo tè di prima scelta, anche se ci sono piccoli produttori che fanno eccezione. Il tè è infinitamente più dissetante se non zuccherato ma se in inverno vogliamo un bel tè caldo dolce vi si può mettere un cucchiaino di miele.

Tisane: le varianti sono molte, per tutti i gusti, camomilla, melissa, menta, malva, finocchio, equiseto, liquirizia, karkadè, rooibos, etc.. In genere hanno un sapore dolce e non necessitano di zucchero aggiunto. Possono essere preparate come il tè e consumate fredde dopo averle tenute in frigo. Un'altra tisana ottima da refrigerare è quella ottenuta bollendo per qualche minuto delle fette di zenzero fresco in acqua zuccherata.

Spremute: sono ottime come spuntino e a colazione, da preparare anche con agrumi misti (pompelmi, pompelmi rosa, arance, lime, limoni, mandaranci…). Sono fonte di vitamine, soprattutto vitamina C, devono essere consumate con moderazione e mai prima di coricarsi (pena l'acidità di stomaco) e preferibilmente appena fatte, la conservazione, anche in frigorifero, danneggia la vitamina C perché fotosensibile.

Frullati e estratti. Possono essere preparati con frutta mista e, per i più golosi, ai frullati può essere aggiunto il latte, ma sono ottimi anche se preparati con una base di acqua. La frutta è già dolce, non serve lo zucchero. Non utilizzate la centrifuga, i centrifugati sono quasi del tutto privi di fibra e danneggiano le vitamine. L’estrattore invece, grazie alla lente velocità, preserva una buona quantità di fibra e vitamine.
Con l’estrattore si possono preparare anche ottime bevande di verdura ricche di minerali e antiossidanti. Ricordiamoci invece di evitare succhi di frutta perché hanno pochissima fibra e non garantiscono un apporto vitaminico come la frutta, nel caso evitare sempre i succhi zuccherati che, come le bibite zuccherate, non alleviano la sete e apportano molte inutili calorie.

GIORNALE

ALSO IN FOOD TRENDS

None

Sano e sostenibile

Alimentazione senza glutine

Celiachia e glutine, una patologia che abbiamo imparato a scoprire giorno per giorno, ma che ha una storia ben radicata nel tempo.

None

Sano e sostenibile

Poke Bowl o Buddha Bowl le ciotole take away

La moda del momento

None

Sano e sostenibile

Alimentazione vegetariana

Un approccio alimentare protettivo, preventivo e sfiammante: scopriamo di più sull'alimentazione vegetariana.