×

Noi di Pomì

IL NOSTRO CAPITALE È LA TERRA, PERCIÒ LA TRATTIAMO BENE!

Intervista a Costantino Vaia, Direttore Generale del Consorzio Casalasco del Pomodoro.

Il nostro capitale è la terra, perciò la trattiamo bene!

Intervista a Costantino Vaia, Direttore Generale del Consorzio Casalasco del Pomodoro.

Quando abbiamo acquisito il brand Pomì, nel 2007, vi abbiamo trasferito i valori che contraddistinguono il Consorzio Casalasco del Pomodoro: filiera integrata, tracciabilità dal seme allo scaffale, la garanzia di un prodotto sostenibile sia dal punto di vista ambientale sia dal punto di vista etico e sociale”.


Pomì persegue tutto questo attraverso:

  • pratiche agricole sostenibili,
  • trasformazione industriale a basso impatto,
  • grande attenzione verso gli aspetti salutistici, garantita dal Sistema Qualità,
  • processi produttivi che permettono di non usare conservanti,
  • confezionamento dei prodotti in pack ecocompatibili.


Attenzione al territorio

Per Costantino Vaia, Direttore Generale del Consorzio, “essere partecipi di una filiera dà molti stimoli e rappresenta la chiave del successo dei prodotti Pomì”.

Abbiamo un’attenzione, una sensibilità a 360° verso il territorio perché viviamo in un sistema integrato. Il nostro capitale, la nostra fonte di reddito, è la terra perciò la trattiamo bene. La terra rappresenta la nostra casa, il luogo in cui viviamo, in cui vivono le nostre famiglie”.


Trasparenza per il consumatore

Ci siamo sempre spesi per l’etichettatura obbligatoria, un aspetto fondamentale che - oltre a fissare delle regole - permette di dare più informazioni, fare più chiarezza sui prodotti e tutelare prima di tutto il consumatore”.

L’etichettatura obbligatoria fissa regole di base che possono aiutare chi fa una produzione tutta italiana e rispetta determinati disciplinari.
Penso sia anche un modo per tutelare il prodotto italiano, un sistema economico che produce ricchezza che rimane nel nostro paese
”.

L’essere parte di un’azienda come questa è senz’altro un motivo di orgoglio e di grande stimolo per il futuro”.
Costantino Vaia

GIORNALE

ALSO IN FOOD TRENDS

None

Noi di Pomì

Buone maniere in campo

È possibile ricercare la sostenibilità in campo? Noi di Pomì ci proviamo da sempre mettendo in pratica con rigore tutta una serie di buone maniere, volte a tutelare prima di tutto il suolo. 

None

Noi di Pomì

Estate, la stagione dei pomodori Pomì

È in estate che le terre del Consorzio restituiscono il loro frutto migliore e Noi di Pomì ci prepariamo a celebrarlo con la campagna di raccolta e trasformazione per portare sulle tavole il pomodoro in tutte le sue sfaccettature.

None

Noi di Pomì

La tecnologia scende in campo per la sostenibilità

La produzione del cibo rappresenta una delle principali cause del climate change: secondo i dati della FAO, il 54% degli sprechi avviene proprio “a monte”, in fase di produzione, raccolta e trasformazione dei cibi.