Le Ricette Pomì

Gnudi di spinaci e bietole senza glutine
Gnudi di spinaci e bietole senza glutine
Gnudi di spinaci e bietole senza glutine

Gnudi di spinaci e bietole senza glutine

difficoltà: Facile

Ingredienti

Passata di pomodoro biologica Pomì Maggiori informazioni

Passata di pomodoro biologica Pomì 500 ml

Giulia Scarpaleggia

  • Aglio 1 spicchio
  • Bietole fresche 250 g
  • Farina di riso q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • Olio extra vergine di oliva 2 cucchiai
  • Parmigiano Reggiano grattato 4 cucchiai
  • Ricotta di pecora 300 g
  • Sale q.b.
  • Spinaci freschi 250 g
  • Uovo 1

Gli gnudi, conosciuti anche come malfatti, sono un primo piatto tipico della cucina toscana.

Si chiamo malfatti perché la loro caratteristica è quella di essere irregolari, uno diverso dall’altro, proprio perché formati a mano e per questo un po’ bitorzoluti. Vengono anche chiamati gnudi perché sono in definitiva il ripieno dei ravioli, senza l’abito di pasta fatta in casa.

Solitamente vengono ricoperti bene di farina per evitare che disfacciano in cottura. In questo caso, nella versione senza glutine, sono avvolti nella farina di riso e lasciati riposare un’oretta sempre nella farina, in modo che questa assorba l’umidità e impedisca agli gnudi di sciogliersi nella pentola.

Preparazione

Sciacqua bene sotto l’acqua corrente spinaci e bietole, poi sbollentali per 5 minuti in abbondante acqua bollente.

Scolali e una volta intiepiditi strizzali bene con le mani per eliminare l’acqua in eccesso.

Saltali in padella con un po’ d’olio extra vergine di oliva e uno spicchio di aglio.

Una volta freddi sminuzzali al coltello molto finemente.

Mescolali con la ricotta fresca e aggiungi almeno il parmigiano grattato.

Regola di sale, poi aggiungi la noce moscata grattata e unisci al composto un uovo sbattuto: mescola bene fino a che non è tutto amalgamato. Adesso è il momento di formare gli gnudi.

È necessario usare molta farina di riso per formare delle piccole palline con le man i- grandi più o meno come noci – in modo che questa faccia da pellicola protettiva ed impedisca agli gnudi di disfarsi quando vengono immersi nell’acqua bollente. Mettili in un vassoio ben cosparso di farina di riso, distanziati l’uno dall’altro finché non hai finito. Lasciali nella farina di riso, girandoli di tanto in tanto per ricoprirli meglio, per un’oretta.

Nel frattempo prepara la salsa di pomodoro: scalda l’olio con uno spicchio di aglio e quando questo si colora aggiungi la passata di pomodoro. Regola di sale e fai sobbollire a fuoco basso per circa 20 minuti, finché la salsa non avrà perso il sentore di crudo e sarà ben saporita e densa.

Scalda una pentola larga di acqua salata, quando bolle butta gli gnudi pochi per volta, e appena tornano a galla – pochissimi minuti, a volte ne basta uno – scolali con una schiumarola e condiscili con la salsa di pomodoro.

Cerca le Ricette

Passata di pomodoro biologica Pomì

Pomì App

Ricette in rosso
per chi il pomodoro lo ama.

app store play store

X

We are social!

Pomì App

Ricette in rosso
per chi il pomodoro lo ama