×

Noi di Pomì

I VOLTI DELLA SOSTENIBILITÀ POMÌ

Da oltre 20 anni Pomì investe sulla sostenibilità ambientale, economica e sociale, per rendere sempre più virtuosa la coltura del pomodoro.

I volti della sostenibilità Pomì

Da oltre 20 anni Pomì investe sulla sostenibilità ambientale, economica e sociale, per rendere sempre più virtuosa la coltura del pomodoro.

In Pomì “Sostenibilità” è una parola “plurale”.
L’azienda fa parte di un Consorzio che associa 370 aziende agricole certificate Global GAP (Good Agricultural Practices), protocollo che definisce le buone pratiche agricole di coltivazione e produzione, ma anche aspetti legati a salute, etica, sicurezza alimentare e sui luoghi di lavoro.

Il Consorzio ha introdotto l’agricoltura di precisione, la fertirrigazione, tecnologie e strumenti previsionali che permettono di ridurre il consumo di acqua, tutelare il territorio e le persone che lo abitano.
Per questo Pomì è garanzia di un prodotto 100% italiano e 100% sostenibile: dal punto di vista ambientale, economico, etico e sociale.


Sostenibilità ambientale

Nei territori coltivati sono applicati rigidi disciplinari di produzione integrata, controlli e analisi per verificarne il rispetto.
Nelle terre confinanti sono invece coltivate essenze impollinatrici che permettono di aumentare la biodiversità del territorio.

Il principio di sostenibilità si applica a tutti i processi di trasformazione del pomodoro fino al suo confezionamento che si attua nella scelta di pack che garantiscono il più basso impatto ambientale e la massima sicurezza alimentare.

Sempre nell’ottica della sostenibilità ambientale Pomì aderisce, nel 2014, al Programma nazionale per la valutazione dell’impronta ambientale con il progetto Carbon Footprint.


Sostenibilità economica

Per aumentare la competitività e l’efficienza delle Aziende Agricole, si è puntato sull’innovazione e sulle nuove tecnologie, razionalizzando l’impiego dei fattori di produzione e trasferendo agli agricoltori le conoscenze per produrre al meglio e godere di un certo benessere economico, legato anche all’attività di trasformazione dell’azienda stessa.


Sostenibilità sociale

Pomì è la prima azienda alimentare italiana ad aver ottenuto la certificazione Social Footprint, che valuta l’impronta sociale e gli aspetti “umani” di un prodotto lungo tutta la filiera: legalità, rispetto della salute, delle relazioni e dei diritti dei lavoratori. Inoltre aderisce a Global Compact e alla piattaforma Sedex- SMETA che verifica i criteri etici nella propria catena di fornitura.


Sostenibilità per il consumatore

Il Prodotto Pomì è tracciabile lungo tutta la filiera, dalla selezione del seme allo scaffale. Il consumatore può conoscere tutti gli aspetti di filiera, e persino risalire al campo in cui il pomodoro è stato coltivato tramite l’app Pomìtrace, disponibile per iOs e per Android.


Segui la filiera Pomì!

GIORNALE

ALSO IN FOOD TRENDS

None

Noi di Pomì

La tecnologia scende in campo per la sostenibilità

La produzione del cibo rappresenta una delle principali cause del climate change: secondo i dati della FAO, il 54% degli sprechi avviene proprio “a monte”, in fase di produzione, raccolta e trasformazione dei cibi.

None

Noi di Pomì

Meet Our Farmers: la cura di Pomì per coloro che si prendono cura del pomodoro

Noi di Pomì conosciamo a fondo la terra e il pomodoro. Ma ancor più conosciamo il valore del lavoro di coloro che il pomodoro lo fanno crescere: i nostri agricoltori.

None

Noi di Pomì

Tra cielo e terra: salvaguardia dell’ambiente da cui nasce il pomodoro Pomì

Pomì pone al centro la cura per il territorio in cui opera, con grande attenzione all’impatto delle proprie attività