×
150 min Media

Prodotto consigliato

Prodotto consigliato

La passata di pomodoro è uno degli ingredienti più utilizzati in cucina. Comoda e veloce, la passata Pomì è ideale per preparare ricette gustose, sposandosi felicemente a pasta, verdure, cereali, uova e piatti di carne. Il sapore caratteristico e il profumo inconfondibile rendono la nostra passata un'autentica protagonista della Cucina Mediterranea. La passata di pomodoro Pomì è composta esclusivamente da pomodori italiani, 100% garantiti lungo tutta la filiera.   Come viene realizzata la passata?   Dopo essere stati puliti e lavorati, i pomodori vengono raffinati e separati da semi e bucce, scartati attraverso appositi setacci. Il prodotto ottenuto viene quindi miscelato con succo di pomodoro e leggermente concentrato. La passata viene pastorizzata termicamente e infine riversata nei contenitori brandizzati con un procedimento completamente asettico, raggiungendo in modo sicuro i negozi e le vostre tavole. Fresca, cremosa, densa: scopri il gusto originale di un grande classico sempre pronto all’uso.   Prova la nostra passata con le ricette originali Pomì:   Funghi e salsiccia Polpette di pane al sugo Filetti di merluzzo al pomodoro

SCOPRI
150 min
Tempo di preparazione
Media
Difficoltà
Ingredienti per 4 persone
Sfoglia
Farina 02 hg
SaleUn pizzico
Uova intere3
Brodo
Passata Classica 700g 3 cucchiai
Carote2
Cipolla1 piccola
Olio evo3 cucchiai
Pepeq.b
Saleq.b.
Sedano2 coste
Preparazione

Il brodo matto, nella tradizione romagnola, non è a base di carne ma ugualmente riesce a soddisfare i commensali sostituendo degnamente il brodo buono dei giorni importanti.

  1. Tagliare a cubetti molto piccoli il sedano, le carote e la cipolla. In una pentola far rosolare le verdure con l’olio per alcuni minuti,
  2. Aggiungere la passata di pomodoro Pomì, salare e pepare e infine aggiungere un litro d’acqua e lasciar bollire per venti minuti con il coperchio.
  3. Nel frattempo, sulla spianatoia porre a fontana la farina e il sale, scocciare le uova al suo interno e lavorandole con una forchetta incorporarle alla farina.
  4. Comporre un impasto omogeneo.
  5. Formare una palla e lasciare riposare in luogo fresco per un paio d’ore coperta.
  6. Stendere la sfoglia.
  7. Tagliare in piccoli quadrati.
  8. Nella tradizione i quadrettini si ricavano dai ritagli della sfoglia che avanza una volta fatti i cappelletti.
  9. Cuocere i quadrettini nel brodo che bolle per qualche minuto da quando il brodo riprende il bollore.
  10. Impiattare ben caldo con una spolverato di parmigiano o un goccio d’olio a piacere.
     

 

Download Pdf

RICETTE

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE